Bonus Casa: la check-list delle agevolazioni fiscali valide nel 2021

Ampio il ventaglio delle agevolazioni edilizie fruibili nel 2021:

  • il Superbonus, agevolazione prevista dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022, per specifici interventi in ambito di efficienza energetica, di interventi antisismici, di installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica dei veicoli elettrici negli edifici.
  • il Bonus facciate; l’Ecobonus ed il Sisma-bonus; il Bonus ristrutturazioni al 50% per i lavori di manutenzione straordinaria, ristrutturazione edilizia in condominio o in edifici singoli; il Bonus mobili, con un tetto di spesa più alto; il Bonus verde; il Bonus idrico da 1.000 euro per le spese di sostituzione di sanitari, rubinetti e soffioni doccia ed il credito di imposta per l’acquisto dei sistemi di filtraggio dell’acqua potabile.

Quali i vantaggi del Superbonus

La detrazione è riconosciuta nella misura del 110% da ripartire tra gli aventi diritto in 5 quote annuali di pari importo e per le spese sostenute nel 2022 in 4 quote annuali di pari importo, entro i limiti di capienza
dell’imposta annua derivante dalla dichiarazione dei redditi.

In alternativa alla fruizione diretta della detrazione, è possibile optare per un contributo anticipato sotto forma di sconto praticato dai fornitori dei beni o servizi (sconto in fattura) o per la cessione del credito corrispondente alla detrazione spettante.

La cessione può essere disposta in favore:

  • dei fornitori dei beni e dei servizi necessari alla realizzazione degli interventi
  • di altri soggetti (persone fisiche, anche esercenti attività di lavoro autonomo o d’impresa, società ed enti)
  • di istituti di credito e intermediari finanziari.

I soggetti che ricevono il credito hanno, a loro volta, la facoltà di cessione.

Questa possibilità riguarda anche gli interventi:

  • di recupero del patrimonio edilizio (lettere a), b) e h) dell’articolo 16-bis del TUIR);
  • di recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti (c.d. bonus facciate, Art.1 commi 219 e 220 della Legge27 dicembre 2019, n.160);
  • per l’installazione di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici (Art.16-ter del decreto legge n.63 del 2013).

Il nostro ruolo

Assistiamo:

• le imprese, i Condomini e le Persone fisiche nella verifica, tramite Studio Professionale convenzionato, della validità del progetto e del possesso dei requisiti soggettivi ed oggettivi per l’accesso ai benefici previsti dai vari bonus casa;
• i fornitori dei beni o servizi che applicano lo sconto in fattura alla cessione agli Istituti di credito e intermediari finanziari del credito maturato, ovvero a terzi mediante l’utilizzo di market – place qualificati;
• i Condomini e le Persone fisiche, al di fuori dell’esercizio dell’attività di impresa, arti-professioni, che possiedono o detengono l’immobile oggetto dell’intervento nella presentazione del progetto alla Banca;
• i soggetti interessati all’intervento per la eventuale richiesta di finanziamenti ponte, nel caso in cui si faccia ricorso ai SAL.

L’assistenza descritta è esemplificativa e non esaustiva, volendo affiancare i nostri Clienti in tutte le fasi di
Progettazione ed Esecuzione dell’intervento, curando, ovviamente, lo studio delle coperture finanziarie in tutte le fasi di sviluppo dell’iniziativa.

Trattamento commissionale

Percepiamo una success fee in %ale al credito oggetto di cessione, ovvero al finanziamento ponte richiesto.